I lavori edili possono godere di Iva agevolata dal 4% al 10%, da dichiarare tramite un’autocertificazione con cui si attesta, sotto la propria responsabilità, che si stanno effettuando alcuni interventi di ristrutturazione per cui si ha diritto di avere l’IVA agevolata.

L’IVA agevolata al 4% è applicabile per i lavori che hanno come obiettivo l’eliminazione delle barriere architettoniche come la messa a norma di un ascensore per consentire l’uso ai disabili o l’installazione di un servo scala o l’abbattimento di gradini per la sostituzione con scivoli.

Iva al 10% per le ristrutturazioni: documenti richiesti
Per ottenere le agevolazioni fiscali previste dal bonus ristrutturazione e l'applicazione dell'iva al 10% e al 4% occorre presentare una documentazione precisa e articolata. Innanzitutto occorre l’autocertificazione che attesta l'applicabilità dell'agevolazione. Per ogni tipo di intervento, quindi, va allegata e presentata la dichiarazione Iva agevolata con i relativi documenti come:

  • DIA (atto amministrativo che attesta l’inzio dei lavori)
  • la copia del documento e del codice fiscale
  • l'autocertificazione dell'Iva agevolata al 4% o 10%.

Ricorda: in caso di manutenzione straordinaria – ordinaria solo l’impresa può fatturare al privato con iva al 10%.

Come poter usufruire dell’iva agevolata?

  • Aggiungi il prodotto al carrello
  • Indica nel campo "note" di voler usufruire di iva agevolata.
  • Conferma il tuo ordine assicurandoti di aver inserito il C.F. dell’intestatario
  • inviare la documentazione che occorre per usufruire dell’iva agevolata all’indirizzo info@arredodame.it
  • Attendi che ti venga inviata la fattura con iva agevolata tramite e-mail
  • Effettua l'apposito bonifico bancario per detrazione inserendo nella causale il numero e data della fattura.

*Lo staff di Arredo da me emetterà fattura con iva agevolata solo se riterrà idonea la documentazione.